Cvm

COMUNICATO STAMPA

4° edizione della tavola rotonda

IMMIGRAZIONE E INTEGRAZIONE

“Giovani e Nuove Cittadinanze”

Venerdì 22 marzo 2013 ore 17.30 Auditorium

Palazzo de’ Mayo Corso Marrucino, 121 Chieti

Nell’ultimo ventennio, abbiamo assistito a notevoli cambiamenti del fenomeno migratorio nel nostro Paese. L’immigrazione, durante questi anni, si è venuta pian piano configurando sempre più come un fenomeno di tipo più strutturale che emergenziale, nonostante la cronaca ci proponga incessantemente un’immagine legata ai respingimenti e alle politiche di intervento per arginare i flussi di entrata di nuovi immigrati in Italia. Diverse indagini statistiche evidenziano che un numero sempre maggiore di immigrati desidera stabilirsi definitivamente in Italia e i bambini e i ragazzi immigrati di seconda generazione rappresentano una realtà emergente: sono nati in Italia, o ci hanno vissuto gran parte della propria vita, ma vengono percepiti come stranieri nel nostro tessuto sociale. L’integrazione pensata per i loro genitori, forse, non è necessariamente la più adeguata per loro e può essere utile ripensare ad un inserimento di questi giovani che non si limiti a ricalcare gli itinerari noti e precedentemente battuti. La quarta edizione della tavola rotonda che quest’anno affronterà il tema “Giovani e Nuove Cittadinanze”, analizzerà proprio il tema delle nuove cittadinanze, quella dei cittadini migranti nati in Italia, ma anche quella dei nostri giovani, futuri protagonisti del cambiamento, chiamati sempre più ad essere “cittadini del mondo”. L’evento, promosso dal CVM Comunità Volontari per il Mondo con FOCSIV, si terrà a Chieti venerdì 22 marzo 2013 alle ore 17.30 presso la Fondazione Carichieti nel prestigioso Auditorium di Palazzo de’ Mayo in Corso Marrucino, 121. Ospiti d’eccezione saranno:

FRED KUWORNU, regista e produttore di origini ghanesi, autore del documentario 18 Ius Soli e collaboratore di Spike Lee negli States;

SILVESTRO MONTANARO, giornalista televisivo della Rai ed autore della serie “C’era una volta”;

La tavola rotonda, patrocinata dalla Presidenza del Consiglio della Regione Abruzzo, dal Comune, dalla Provincia, dalla Prefettura e dall’Università “G. D’Annunzio” di Chieti sarà introdotta dal Prefetto di Chieti Fulvio Rocco de Marinis, dal Sindaco di Chieti Umberto Di Primio, dal Direttore della FOCSIV Attilio Ascani e sarà moderata come ogni anno dal dr. Filippo Di Giovanni, della Caritas Diocesana di Chieti.

Per informazioni: cell. 3285442120 mail: cvmabruzzo@yahoo.com

I PROTAGONISTI DELLA TAVOLA ROTONDA 2013

FRED KUWORNU è un regista-produttore-attivista-entrepreneur di origini ghanesi. Verso la fine degli anni ’80 inizia a collaborare come autore e conduttore delle principali emittenti radiofoniche dell’ Emilia e del Veneto. Dopo aver terminato gli studi in Scienze Politiche presso l’Università di Bologna, si trasferisce a Roma dove inizia l’attività d’autore di programmi televisivi di RAI 1, scrivendo i testi per conduttori come: Luca Giurato , Paolo Brosio, Ilaria D’Amico e realizzando diversi format televisivi. Nel 2007 viene scelto dal regista americanoSpike Lee per lavorare all’interno della crew del film “Miracolo a Sant’ Anna” , fianco a fianco con americani del calibro di Derek Luke, Laz Alonso, Omar Benson Miller, Michael Ealy e la nomination all’Oscar come direttore della fotografia Matthew Libatique. L’incontro con Spike Lee, ispira Fred Kuwornu a dirigere e produrre il docufilm ” Inside Buffalo” progetto internazionale sulla storia della 92^ Divisione” Buffalo Soldiers” interamente composta da soldati afroamericani che combatterono durante la Seconda Guerra Mondiale in Toscana. Da anni si occupa di Seconde Generazioni in Italia ed è l’autore di “18 IUS SOLI”, un film documentario premiato con il Premio Mutti. 18 storie di ragazze e ragazzi nati e cresciuti in Italia ma con origini :asiatiche, sudamericane, africane e residenti in aeree geografiche diverse dell’Italia.

SILVESTRO MONTANARO ha iniziato la sua carriera giornalistica come corrispondente di Paese Sera e poi dell’Unità. In seguito ha lavorato per la Voce della Campania firmando delicatissime inchieste sui rapporti tra mafia, camorra, poteri politici ed economici. Nel 1989 firma dossier sull’immigrazione clandestina e fa da addetto stampa alla prima associazione di immigrati. Nello stesso anno entra a far parte del gruppo fondante della trasmissione televisiva Samarcanda. Lavora con Michele Santoro anche a Il Rosso e il Nero e Tempo Reale, diventandone co-autore nell’ultima fase. Nel frattempo pubblica tre libri-inchiesta, di cui uno con Baldini e Castoldi adottato come libro di testo in numerose scuole, sul Mozambico e i suoi bambini nel dopoguerra. Silvestro Montanaro cura il progetto Sciuscià, ne realizza alcuni episodi, e diventa poi l’autore di Drug Stories. Alla fine di questa esperienza, nel 1998, edita il primo speciale televisivo in Europa sul debito estero dei paesi del Sud del mondo e realizza documentari fra i quali “Col cuore coperto di neve”, girato in Brasile sui temi del lavoro e della prostituzione minorile e “E poi ho incontrato Madid” sull’ultima delle terribili carestie che hanno afflitto il sud del Sudan. Nel 1999 è autore del programma “C’era una volta” in onda su Rai Tre e oggi alla sua 12esima edizione.